Segni particolari: bravissimi.
I Riso e Amaro strappano ancora un successo nel doppio appuntamento che ha caratterizzato la rassegna artistica dell’auditorium di viale Dante.
Nello scorso fine settimana “Mortara on stage” ha ospitato il ritorno sul palcoscenico della compagnia filodrammatica diretta da Marta Comeglio. Gli attori guidati
dalla regista mortarese hanno regalato una prova di bravura eccezionale, portando in scena un testo scritto dalla stessa regista.
E Marta Comeglio ha mantenuto le proprie abitudini proponendo un testo puttosto lungo, circa tre ore di spettacolo, e impegnativo.
Un testo che ha proposto attimi di una vita intera rappresentati in otto quadri di una giornata ideale. Un giorno come una vita, con i soliti personaggi storditi da una
tristezza quasi contagiosa.
Ma in loro emerge la voglia matta della ricerca della felicità. Una felicità che rompe il grigio orizzonte delle umane miserie che affliggono la vita di tutti i giorni. Il palco diventa per Marta Comeglio uno strumento per poter rappresentare questo “Giorno lunghissimo”, uno spazio dove far vivere drammi e felicità, gioie e dolori. La vita che si alterna con la morte. E viceversa.
In questo claderone di emozioni è emersa la bravura di un cast di attori ormai di livello, in grado di integrare la vecchia guardia alle nuove leve, che ha saputo portare in scena la personalità della
regista mortarese.

[Informatore Lomellino 15.03.2017 – Vittorio Testa]