Dopo il consolidamento della compagnia teatrale amatoriale I Riso e Amaro, due stagioni fa, con lo spettacolo Il tempo dei cavalieri, e l’anno scorso con Nord e Velieri, la suddetta compagnia, diretta da Marta Comeglio, desidera proporre al pubblico un nuovo spettacolo:  La porta del tempo.

Il testo sarà rappresentato sabato 30 gennaio 2010 all’Auditorium Città di Mortara alle ore 21, e replicato per le scuole il sabato mattina successivo (6 febbraio 2010).
La scenografia dello spettacolo è realizzata dal noto artista mortarese Walter Passarella.

Ancora una volta il patrocinio è del Comune di Mortara, un sentito ringraziamento al sempre sensibile e presente assessore Fabio Rubini ed al Sindaco Roberto Robecchi.

La porta del tempo è una storia del teatro attraverso i colori: dal nero della tragedia antica al bianco del teatro di Beckett, passando per il rosso di Shakespeare. Nove porte che si aprono a mostrarci nove epoche fondamentali in cui grandi drammaturghi hanno saputo raccontare il loro tempo rendendolo indelebile  nelle loro opere. Il Tempo si racconta attraverso il Teatro che diviene per il pubblico non solo un modo per viaggiare a ritroso, ma anche un modo per riavvicinarsi ai classici e ritrovare ciò che in essi è ancora oggi attuale. Uno spettacolo per tutti, adulti e scolaresche, dove, attraverso suggestioni e scene significative, vengono spiegati, tra comico e tragico, rivoluzioni e passaggi basilari dell’arte teatrale. Una breve introduzione esplicativa dell’epoca e dei testi presi in considerazione, precederà le differenti scene.  Ho scelto per lo spettacolo musiche rock degli anni 60, 70, e 80.
I mostri sacri della musica rock accompagnano i mostri sacri del teatro creando un legame con la nostra contemporaneità.

I nove momenti ed autori toccati sono:
•    Euripide, porta nera/Tragedia Classica (scena tratta da Le Baccanti di Euripide) – The Doors
•    Cielo d’Alcamo, porta marrone /Medio Evo (interpretazione di una parte di Rosa fresca aulentissima) – Jethro Tull
•    Shakespeare, porta rossa/Teatro Elisabettiano (scena tratta da Macbeth) – The Queen
•    Moliere, porta viola /Teatro francese del‘600 (scena tratta da Tartufo) – Genesis
•    Goldoni , porta gialla/‘700, partendo dalla commedia dell’Arte. (scena tratta da La Locandiera) – Elvis Presley
•    Ibsen , porta verde /‘800 Teatro Realista – Rolling Stones
•    Cechov , porta blu, poesia e nostalgia nel passaggio tra ‘800 e ‘900 (scena tratta da Il giardino dei Ciliegi) – The Beatles
•    Brecht, porta grigia/‘900, Teatro Politico tra guerre e rivoluzioni (scena tratta da Vita di Galileo Galilei) – David Bowie
•    Beckett, porta bianca/verso il teatro dell’assurdo (scena tratta da Giorni felici) – Pink Floyd

Lo spettacolo avrà una durata di circa due ore ed il costo del biglietto è di 10 euro.
Prevendita biglietti da sabato 9 gennaio alla libreria Le mille e una pagina, Corso Garibaldi n° 7 a Mortara.

Interpreti: Beatrice Barbato, Lorella Carisio, Andrea Mazzino, Sasha Galkin, Sara Lodigiani, Luca Recchia, Ivana Timpanaro, Maurizio Menardi, Eleonora Travaglino, Simone Lambra, Chantal Passarella, Federico Pizzini
Voce del Tempo: Paolo Balladore
Costumi: Mina Fontana
Tecnici: Alessandro Frittoli e Alberto Vandone